Lettera al Ministro Corrado Clini

0
765

San Felice del Benaco, 16 Aprile 2012

Alla cortese attenzione del
MIN. ALL’AMBIENTE TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Prof. Corrado Clini

 

OGGETTO: Giornata Mondiale della Terra in Italia

 

Illustrissimo signor Ministro,
il nostro è un network di persone libere da vincoli statutari. Siamo volontari che quotidianamente operano sul territorio nazionale con l’intento di migliorare il proprio stile di vita rendendolo più sobrio seguendo il buon senso.

Da qualche anno operiamo come partner dell’Earth Day Network, che ha sede a Washington D.C., per organizzare anche in Italia la “Giornata Mondiale della Terra” che celebra questo mese la 42a edizione. Un’occasione per fare il punto sulle nostre attività ma anche per un’attenta analisi dello stato di crisi ambientale in cui si trova il nostro pianeta.
La situazione ambientale dell’Italia e del nostro Pianeta è preoccupante. Lei Ministro ha la possibilità di intervenire sul piano nazionale, così come in campo internazionale, per gettare le basi di un futuro migliore.

I nostri attuali sistemi economici sono del tutto insostenibili. Il passaggio a fonti energetiche rinnovabili, l’utilizzo di veicoli a ridotto consumo di carburante, una drastica riduzione delle emissioni di carbonio sono ormai scelte inevitabili ed urgenti. Così come è inevitabile passare ad un sistema economico basato sulla sobrietà e sul buon senso.

Fino ad oggi le pratiche che dovevano portare alla sostenibilità dello sviluppo economico a livello nazione, ma anche a livello mondiale, hanno dimostrato di essere insufficienti e a tratti incomplete.

Non dobbiamo a Lei certo ricordare che le attuali convenzioni internazionali in tema ambientale devono essere ancora applicate da molti Paesi e che sono ormai necessari nuovi accordi più restrittivi per far fronte adeguatamente ai crescenti problemi ambientali che affliggono il Pianeta.

Contiamo sul fatto che Lei, che avrà l’onore di rappresentare il nostro Paese alla Conferenza di Rio+20, si farà portatore di nuovi traguardi, più ambiziosi di quanto fino ad ora l’Italia abbia voluto garantire.Lei dovrà farsi carico della responsabilità dell’attuazione ed il raggiungimento nel nostro Paese di questi obiettivi.

Domenica 22 aprile 2012 l’Italia tutta, da Merano a Messina, si mobiliterà in occasione della Giornata Mondiale della Terra, per dire una sola cosa: la Terra non aspetta.

Ci permetta di aggiungere che anche l’Italia non aspetta.

Auspichiamo un suo personale impegno perché in Italia siano definite nuove strategie che mirino ad una reale tutela del territorio e che incentivino e premino la vera “green economy” nazionale; che programmino l’educazione dei nostri figli, sin dalle scuole materne, al rispetto per l’ambiente e alla sobrietà nei consumi. E’ importante che si promuova la nascita di nuovi valori non più basati sul consumismo e l’indifferenza, rafforzando delle azioni che ci permettono di intensificare i rapporti con gli altri, di migliorare e progredire come essere umani.

Ci auguriamo che il suo Ministero incoraggi le celebrazioni della Giornata Mondiale della Terra e a questo proposito alleghiamo alla presente una lettera, a Lei indirizzata, di Kathleen Rogers Presidente dell’Earth Day Network.

La ringraziamo per l’attenzione e per il tempo dedicatoci. Fiduciosi in un suo impegno per il bene dell’Italia e del Pianeta, Le auguriamo buon lavoro.

Per Decrescita Felice Social Network
Simone Zuin

Scarica la lettera di Kathleen Rogers, Presidente dell’Earth Day Network

fonte foto: Il Post

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.