Agnelli…sacrificio pasquale

2
1511

 

Ogni anno in Italia sono circa due milioni gli Agnelli e i Capretti che vengono sacrificati in nome di una tradizione. Si tratta di cuccioli con circa 30/40 giorni di vita che già dall’inizio della loro breve esistenza subiscono stress e torture sia fisiche che psicologiche, a partire dalla separazione dalla madre fino alla condivisione di piccoli spazi angusti e al trasporto verso la macellazione, senza né cibo né acqua, come se fosse della merce inanimata. La loro vita finisce con la morte per sgozzamento, dopo essere stati legati per le zampe posteriori e a testa in giù storditi con la corrente elettrica. Ogni anno milioni di Animali muoiono per le festività, perché destinati ad imbandire ricchi banchetti privi di pietà. Non solo Agnelli ma anche Maiali, Bovini, Cavalli, Galline, Pesci, Crostacei, Molluschi…e la lista potrebbe continuare quasi all’infinito. Tristissima la sorte degli Agnelli “pasquali”, ma ancora più triste è l’indifferenza godereccia in cui questo sacrificio di massa si consuma. Non molto tempo fa le donne non avevano il diritto di votare o di lavorare, nè tanto meno rivestire una carica politica o vestirsi come ritenevano più idoneo ai propri bisogni e piaceri. Un nero non aveva il diritto di salire semplicemente su un autobus e sedersi dove gli piaceva ma anzi…aveva dei posti prestabiliti, come gli ebrei erano la “razza” inferiore e pertanto denigrati o peggio uccisi con estrema facilità. I poveri poi (quelli disadattati) non potevano studiare, gli omosessuali non avevano nessun diritto e dovevano nascondersi, mentre quelli strani dovevano solo conoscere come terapia un elettroshock o farmaci “scoppia cervelli”. Tutto questo esisteva, e forse esiste ancora oggi. Ma molte delle precedenti lotte sociali hanno raggiunto dei traguardi positivi, non tutti…ma qualcosa è stato fatto. Quanto è lunga la storia dei diritti civili! Adesso tocca agli Animali…ai loro diritti. Perciò non bisogna scandalizzarsi quando si sente in giro che la vita di un Animale vale quanto quella di un essere Umano…nè più nè meno! E anche se non è ancora così per tanti Animali tristemente definiti “da reddito”, e per tanti altri sfruttati ed uccisi senza pietà o compassione, bisogna evolversi rapidamente tramite profonde prese di coscienza. Non si può restare inermi di fronte all’immane genocidio in atto! La società dei consumi ha trasformato tutto in mercificazione, anche e soprattutto la vita stessa! Chi si scandalizza e rimane ancorato a una visione del mondo antropocentrica, o giustifica tutto con la frase “è sempre stato così” o mette a tacere la sua coscienza avvalendosi della parola del suo “Dio”, appartiene alla categoria di quegli individui che ritenevano che fossero giuste tutte le discriminazioni fino ad oggi superate.

 

2 Commenti

  1. Veganismo, ultima frontiera! Questi sono i viaggi del “Popolo delle Libertà” (alias Forza Italia). La sua missione è quella di esplorare strani nuovi elettori, alla ricerca di nuove forme di ipocrisia e falsità, per arrivare là…dove nessun opportunista è mai giunto prima.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome