Newsletter 001 – Gennaio – Febbraio 2013

0
917

Newsletter 001 – Gennaio – Febbraio 2013

L’autarchia come soluzione?

Leggendo il libro di Marino Ruzzenenti “L’Autarchia Verde” sembra di sfogliare una moderna rivista ecologista. Risparmio energetico, riciclaggio estremo dei rifiuti, raccolta porta a porta, lotta allo spreco, studio di nuovi materiali ecologici e sostenibili, tutto questo lo ritroviamo nella fase autarchica degli anni ’30 in Italia, periodo questo che, depurato certamente dalle incrostazioni dovute all’ideologia fascista, e’ l’unico momento storico in cui il nostro Paese ha potuto definirsi una nazione sostenibile.

Continua la lettura

Il pc necessario? Proposte alternative all’uso comune

Siamo onesti, oggigiorno e’ estremamente improbabile anche se non impossibile, che un fautore della decrescita non usi un personal computer. Uno degli oggetti che forse rende meglio l’idea di come non sia poi cosa semplice stabilire cosa e’ superfluo, di cosa si puo’ fare veramente a meno. Probabilmente la questione si sarebbe risolta agevolmente trent’anni fa, quando non esisteva internet e il pc era visto come poco piu’ di una console per giocare. Ma oggi non e’ piu’ cosi’, si e’ passati da una sua funzione utile ad un ruolo necessario in molti ambiti. Si prenda ad esempio il settore scolastico, dove le tecnologie informatiche si sono diffuse da circa vent’anni offrendo risorse didattiche altrimenti irrealizzabili.

Continua la lettura.

Dilatare il Proprio Tempo

Ostaggi inconsapevoli degli impegni, del lavoro, dello stress, degli obiettivi, dei mutui, dei mezzi di trasporto, di uno stile di vita caotico e sterile.
Inconsapevoli spesso.

Continua la lettura

Sognare il ritorno al futuro africano

L’intervento armato in Mali, che presto vedra’ coinvolta anche l’Italia, ha ricevuto  l’imprimatur di “guerra giusta” da parte del filosofo umanitarista Bernard-Henri Levy, del resto molto benevolo nel concederlo quando le potenze occidentali decidono di ricorrere alla forza bellica.

Continua la lettura

Il mercato secondo il Signor G

Sono gia’ dieci anni senza Giorgio Gaber (1939-2003) ma le sue canzoni non sentono lo scorrere del tempo, anzi sembra che oggi accada proprio quello che Gaber intuiva, solo all’ennesima potenza. Cio’ che e’ cambiato non e’ la realta’, ma lo sguardo sulla realta’. Proviamo allora a rileggere o leggere -perche’ no?- per la prima volta le sue poesie: il suo teatro-canzone. Il video e’ facilmente reperibile in rete, ma e’ il testo che va capito. Buona lettura!

Continua la lettura

Mutazione…il coraggio di andare oltre

Negli ultimi 36 anni di vita mi sono trovata frequentemente di fronte ad una qualche resistenza ad andare avanti, o mia o di persone che ho incontrato e mi sono chiesta piu’ volte il perche’. Sappiamo tutti che e’ cosi’, ma il perche’ questo avviene no. Cioe’, perche’ ci priviamo di mutare una abitudine o un modus operandi che sappiamo essere sbagliato?

Continua la lettura

Il crollo del mercato dell’auto, il “diritto” alla mobilita’, il tempo

L’automobile ha sempre contraddistinto l’Italia nel mondo, ma oggi gli italiani mostrano preoccupanti segni di disaffezione verso il proprio veicolo. (Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI).
Il presidente dell?ACI non e’ l’unico a essere preoccupato per l’incipiente “disaffezione” motoristica degli Italiani. Anche altri mezzi d’informazione, meno di parte, lanciano il proprio grido d’allarme per il calo delle vendite di auto, effetto evidente della crisi economica.

Continua la lettura

Ritorno all’Origine – Il nuovo libro di Luca Madiai

L’Uomo si e’ ormai perso nella sua corsa feroce al Progresso, tutti gli ambiti delle sue attivita’ danno continui messaggi d’allarme. L’ecosistema terrestre e la vita dell’Uomo stesso non sono mai stati messi a rischio come in questi ultimi decenni di enorme sviluppo industriale ed economico. Una sola cultura tra tutte, quella occidentale, sta dominando indiscussa e sta indicando la via che porta inesorabilmente al collasso generale.

Continua la lettura

 

La decrescita come contro-potere sociale

Qualche settimana fa, Manuel Castelletti ha scritto un articolo per DFSN dal titolo emblematico L’unica vera forma di decrescita possibile e’ quella individuale. Manuel, senza troppi fronzoli, ha presentato una delle due posizioni fondamentali sull’implementazione della decrescita, quella per cui “gli unici che possono fare qualcosa per invertire tutto questo ed evitare il peggio per s?e’, i propri figli e il proprio pianeta sono i singoli individui, i liberi pensatori, in poche parole gli uomini e le donne che hanno conservato ancora qualcosa di “umano”. L’unica vera forma di decrescita che ritengo possibile e’ quella a livello individuale o di piccoli gruppi di “illuminati”, perche’ la decrescita presuppone un certo livello di consapevolezza, che l’umanita’ sembra aver smarrito in questa folle corsa verso la propria distruzione”. Tale visione e’ sostanzialmente condivisa dal Movimento per la Decrescita Felice, da Maurizio Pallante e  Paolo Ermani.

Continua la lettura

 

Pubblicita’ & Marketing: aiuto o doping al consumo?

Pubblicita’ e marketing sono i due potenti motori che ormai trainano (a suon di miliardi spesi ogni anno) il carrozzone del nostro mercato ed in genere del nostro circuito economico ormai saturo in tutti i settori classici, e che quindi necessita sempre piu’ spesso di iniezioni di nuove idee e nuovi prodotti innovativi di-cui-non-puoi-fare-a-meno, specialmente ora che noi tutti ci troviamo a dover fare i conti con minori risorse economiche e dobbiamo quindi rivedere i nostri stili di vita. Un po’ come un atleta dopato che ormai e’ assuefatto alle droghe che ha preso finora, e quindi ne deve assumere sempre di piu’ forti per andare avanti e gareggiare.

Continua la lettura

 

Alle prossime elezioni votero’  per il Partito della Decrescita Felice

Manca poco ormai. Domenica 24 e lunedi’ 25 febbraio si terranno finalmente le elezioni politiche per eleggere i nuovi rappresentanti degli italiani nel Parlamento. Tra leggi elettorali “porcata”, partiti di “tecnici” e vecchi nomi che si ripresentano in vecchie coalizioni ci saranno anche alcune interessanti novita’, come il fatto che c’e’ chi ha deciso di adottare – almeno in parte – idee incentrate sui temi della decrescita. Stiamo quindi parlando di Rivoluzione Civile del magistrato Antonio Ingroia (sostenuta da Italia dei Valori, Movimento Arancione, Verdi e Federazione della Sinistra), Sinistra Ecologia e Liberta’ del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola (nella coalizione con il PD) e del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo (senza dubbio la piu’ grande novita’). Lasciando ai lettori di DFSN la sacrosanta decisione sull’andare o meno a votare alle prossime elezioni, vorrei mettere per iscritto quale potrebbe essere un ipotetico programma politico incentrato sulla decrescita felice (mentre quella che stiamo vivendo ora e’ alquanto infelice).

Continua la lettura

 

Le regole del risparmio

Ilaria, decrescente per necessita’ e non per scelta, ci svela i suoi piccoli segreti per rendere meno pesante l’attuale situazione economica.

Continua la lettura

MDF e DFSN

E’ iniziata a gennaio la collaborazione tra Decrescita Felice Social Network e Movimento per la Decrescita Felice. L’obiettivo e’ diffondere con piu’ efficacia i principi della Decrescita.

Continua la lettura

Le nostre attivita’

Proviamo a riassumere quanto e’ stato fatto nell’arco del 2012 e in questi primi giorni del 2013.

Giornata Mondiale della Terra.

Abbiamo animato e promosso decine di iniziative su tutto il territorio nazionale in occasione della GMDT che si e’ tenuta il 22 aprile. Piccoli e grandi eventi tutti orientati ad evidenziare quanto sia importante il rispetto per il nostro Pianeta.

Azioni del Buon Senso

Vogliamo ridurre l’impronta ecologica degli italiani e a loro abbiamo chiesto un impegno concreto. Le Azioni del Buon Senso sono un insieme di atti che ognuno di noi puo’ compiere quotidianamente per dimostrare il proprio amore per la natura e per il Pianeta che lo ospita, o magari solo per risparmiare del denaro.

Piccoli gesti quotidiani che hanno permesso a molti di migliorare il proprio stile di vita.

Sei tu il nostro super eroe

Abbiamo voluto guardare negli occhi coloro che si sono impegnati con le Azioni del Buon Senso. Ci siamo accorti che sono persone normali e subito sono diventati i nostri Super Eroi.

Artigiani della Decrescita

Vogliamo favorire la diffusione della conoscenza e del ”saper fare” che si fonda sulla professionalita’ di un certo tipo di artigiani interpreti di un nuovo modo di pensare il lavoro. Stiamo realizzando il piu’ grande archivio interattivo di artigiani che dedicano la propria attivita’ alla riparazione, al riciclo e del riuso. Un modo per combattere l’obsolescenza programmata e rilanciare una sana economia.

Decrescita Felice Social Network

Il nostro portale delle riflessioni sulla decrescita. Sono molti i servizi gratuiti che puoi trovare: libreria download free (con moltissimi testi sulla decrescita, completamente gratuiti), videoteca sulla decrescita (con documentari di utilita’) e la sezione eventi (dove tutti possono far conoscere i propri eventi).

Sostienici

Tutto questo e’ possibile grazie al lavoro volontario del gruppo legato al Decrescita Felice Social Network. Tutto viene fatto gratuitamente e nei nostri siti non trovere nulla in vendita. Non troverete neppure pubblicita’, ne sponsor.
Le spese vive per il sostentamento dei siti e del nostro lavoro e’ pagato per intero dai volontari.

Per poter continuare, ora abbiamo bisogno del tuo aiuto. Per questo ti invitiamo a fare una piccola donazione.

Clicca qui per fare la tua donazione e per permetterci di continuare il nostro lavoro.

Ratti un regalo: Sostienici!

Ricevi questa email perche’ sei venuto a contatto con il nostro gruppo tramite il sito “Giornata Mondiale della Terra” o “Decrescita Felice Social Network“.Se non vuoi piu’ rivere altre nostre email, scrivici cliccando qui: Cancellati

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.