Tecnologia

3
1319

   La tecnologia spesso non è ciò che immaginiamo: ce l’abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni ma non ce ne accorgiamo:

 – Tecnologia è quel nuovo materiale isolante appena elaborato che permette di isolare con poca spesa le pareti della casa senza doversi svenare a chiamare uno specialista;

– Tecnologia è stata (a suo tempo) la scoperta del petrolio come carburante per gli allora appena nati motori a scoppio (prima lo si usava per accendere le lampade);

– Tecnologia sarebbe finalmente lo sviluppare in maniera definitiva carburanti alternativi al petrolio (basti pensare ai motori elettrici, il biodiesel o l’idrogeno), tirandoli fuori dai cassetti polverosi in cui sono sepolti;

– Tecnologia è la scoperta di nuovi trattamenti per il legno da costruzione, nonché nuovi sistemi di assemblaggio che permettono finalmente di costruire case in legno a più piani e con un’efficienza energetica molto superiore;

– Tecnologia è riconvertire i macchinari delle catene di montaggio di una fabbrica di auto che rischia la chiusura, per produrre invece speciali macchinari richiestissimi in quel paese sahariano, grazie al nuovo progetto recentemente scoperto da un gruppo di semisconosciuti ricercatori;

– Tecnologia è riuscire a portare l’acqua potabile in tutte quelle zone assetate del mondo, grazie all’utilizzo di un nuovo materiale leggerissimo e resistente scoperto dagli scienziati dell’università di Deepwaters, o produrre preziosi desalinizzatori a costi umani;

– Tecnologia NON E’ il nuovo modello di smartphone che ha aumentato la risoluzione dello schermo, potenziato il bluetooth, raffinato il riconoscimento vocale o raddoppiato la durata della batteria (aspetta, forse quello sarebbe utile…). Sono solo ritocchi a qualcosa che esiste già;

– Tecnologia NON E’ il nuovissimo modello di automobile con consumi ancor più ridotti del precedente (sempre di benzina si tratta, è pur sempre una tecnologia dell’ottocento). Sono solo piccolissime migliorie spacciate per novità;

– Tecnologia è quando si studiano e trovano soluzioni veramente intelligenti ed efficienti a problemi esistenti che tutti percepiamo, per il bene della comunità, e NON minimi miglioramenti di prodotti già efficienti, coprendoli di una falsa patina di imperdibile novità, solo per l’immediato ritorno del produttore.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Carta di Bologna
Articolo successivoNel Nord-est pratiche eco-sostenibili & home-made
Mirko Omiccioli
Nato nel 1969 a Pesaro, nel 1988 mi sono diplomato come Perito Turistico e nel ’93 ho completato un corso di Operatore di Marketing per PMI. Dopo quarant’anni vissuti sulla riviera romagnola a Cattolica, mi sono sposato e trasferito nelle Marche a Fermignano, vicino ad Urbino. Entrato molto presto nel mondo del lavoro (più per necessità che per scelta), ho avuto modo di notare con dispiacere che alla medesima domanda, ovvero: “Cosa serve per vivere?” una volta avremmo risposto “Un tetto, cibo ,acqua e la salute”, mentre ora semplicemente “Servono i soldi”. Questa triste constatazione mi ha fatto capire di essere decrescentista già prima di aver conosciuto il termine.

3 Commenti

  1. “Tecnologia” e` lo studio del come fare le cose, ovvero il “discorso sull’arte” http://it.wikipedia.org/wiki/Tecnologia.
    La Tecnologia e` l’applicazione della Scienza, e puo` andare in molte direzioni che sta a noi scegliere, controllare ed adottare per il bene dell’ambiente e della societa`.
    Purtroppo i markettari, venditori, giornalisti, politici ed imbonitori vari ci hanno abituato a confondere la parola “tecnologia” con “prodotti attraenti e moderni da comprare appena possiamo”.
    Chiarito cio`, condivido il punto espresso da Mirko: ci sono tecnologie buone e tecnologie cattive o che non servono a nulla se non a chi ce le vende.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.